ShinyNews Home  |  Azienda  
E-Business E-Business
Web Usability
Marketing & Advertising
Diritto
Internet Economy
Cerca articolo
 
E-Business
Strumento strategico per il business
Il commercio elettronico cresce
In pochi diventano clienti
Il Web cambia il turismo
Il software? Un servizio
Il Web 2.0 per le imprese
La formazione si fa a distanza?
Cambio di passo per le PMI
2007: annus horribilis per internet?
Equilibrio committente-realizzatore
La salvezza è nella copia
Pronti alla rivoluzione?
Non solo privacy nel futuro delle imprese
I risultati di un'azienda web-oriented
La pirateria inganna
Che cosa resta di SMAU
Il valore della community
Minacce in diminuzione, guardia da alzare
Verso il tempo reale
Reti sociali per il business
Attenti agli errori
Dal dato alla conoscenza
Proteggere l'identità
Applicazioni e servizi
Un segnale forte per l'IT
Conosci te stesso?
Web 2.0: dai siti ai servizi
Gli strumenti di protezione
Le PMI lombarde spinte in Rete
Natale alle porte: strategie last minute
Dominio eu: tutto pronto, e l'ICANN va sotto controllo
L'analisi del rischio
Requisiti di sicurezza
Ecco i soldi per chi investe in alta tecnologia
La qualità dei servizi nelle reti ICT
Finanziamenti a sostegno di hi-tech e export
Quale metodo di pagamento per l'e-commerce
Spie in Rete
Arriva il livello europeo
La percezione dell'ICT
Una PA che cambia: opportunità per le imprese
Competitività per decreto
Dall'errore umano, al firewall umano
Il wireless per l’azienda
Una porta per comunicare sicuri
Aziende senza burocrazia
Dalla competizione alla collaborazione
Stop ai virus
I micropagamenti chiave per l'e-business
Internet è comunicare
VOIP: vantaggi e problemi
Quali contenuti per la banda larga?
L'e-government per le imprese
Agevolazioni per l'e-commerce
Formazione, imprese in prima fila
Il valore strategico del Web per le PMI
Non solo una vetrina
Contributi in arrivo per l’informatizzazione
Il valore della comunicazione interna
Strumenti informatici per la PMI
La dotazione tecnologica della PMI
Informatizzare le PMI
Una Borsa telematica per il lavoro
Software: costi e benefici
Chi comanda i motori di ricerca?
Una storia di mala-distribuzione
Fine del modello free
Tradurre i siti Internet
La ricerca del personale via Web
Innovazione digitale per le PMI
Una scrittura particolare
Raggiungere i mercati stranieri
Svaniscono gli incentivi digitali
Beati i primi
versione stampabile
Agosto 2007 - E-mail

Strumento strategico per il business


Nonostante i tanti problemi, dallo spamming alla sicurezza, l'e-mail continua ad essere strumento principe e strategico per sviluppare le relazioni di business: così la pensano le aziende.


L'Osservatorio sulla posta elettronica, un'iniziativa della società del settore Babel per monitorare e studiare l'e-mail in tutte le sue forme e potenzialità legate al business, ha presentato la sua Ricerca annuale, arrivata alla seconda edizione. Si tratta di un rapporto basato sull'inchiesta condotta nella primavera scorsa su oltre mille aziende italiane con più di 100 dipendenti.
Tutte le aziende sentite hanno una gestione in house della posta elettronica e appartengono in prevalenza al settore industriale, quasi il 70 per cento del campione.

L'indagine 2007

I risultati dell'indagine dimostrano come ancora oggi la posta elettronica, nonostante il suo uso sia ormai diventato stra-familiare e i problemi ad essa legati si moltiplichino costantemente, sicurezza e spamming in primis, sia considerata un sistema mission critical. Ben l'88,2 per cento degli intervistati lo definisce in questo modo, sancendo come l'e-mail sia un fattore di business dal quale non è più possibile prescindere. Peraltro, il 90,6 per cento del campione ritiene che il proprio sistema sia migliorabile, indicando quindi un margine di potenziale crescita per l'efficacia della posta elettronica in azienda. Tra i sistemi in uso, è da notare la perdita di posizioni dal 2006 al 2007 da parte di IBM Lotus Notes a vantaggio di Microsoft Exchange e del mondo Unix.

I mali della posta

Secondo uno studio ISTI-CNR il traffico di e-mail spazzatura ha avuto i suoi picchi a dicembre 2006 e gennaio 2007, probabilmente in concomitanza con il periodo pre-festivo e quindi con quello post-festivo destinato agli acquisti rispettivamente dei regali e delle successive occasioni di saldo. Se la media nell'anno è dell'86 per cento di spam, in questi mesi si supera abbondantemente il 90 per cento. Dati che sono in linea con quelli rilevati da diverse società a livello mondiale, e che sicuramente non fanno il bene dell'e-mail.

La posta elettronica certificata

In grande aumento, e non poteva essere diversamente, l'utilizzo di server di Posta Elettronica Certificata secondo i criteri stabiliti dalla legge. Le aziende che hanno adottato domini di PEC sono passati in poco più di un anno da 523 (marzo 2006) a 5.966 (maggio 2007) con un incremento superiore al mille per cento. I server di posta elettronica certificata sono gestiti da enti esterni accreditati dal ministero. Con questa tipologia di posta elettronica, le aziende si avvolgono di uno strumento che ha pieno valore legale e che quindi diventa essenziale per un uso avanzato dei sistemi elettronici nel business.

I vantaggi della PEC

Perché la PEC diventa uno strumento centrale del business? Aldilà dei vantaggi ovvi derivati dall'uso di un sistema di trasmissione elettronica, a fare la differenza è la certificazione di tutta la procedura di spedizione e dei materiali spediti. La PEC assomma in sé vantaggi legali, come la certezza della trasmissione, degli allegati e dei mittenti, la completa tracciabilità del documento, la semplicità d'uso, l'ubiquità e la velocità. Senza contare l'abbattimento considerevole dei costi.

In breve, la Posta Elettronica Certificata è in grado di garantire:


Scrivi a proposito di questo articolo